-------------------------------------------- | HOME PAGE.

     
  Patologie ed inestetismi del distretto cervico-facciale
Chirurgia otorinolaringoiatrica e chirurgia estetica
Specialisti in Otorinolaringoiatria, in Chirurgia Estetica
e in branche affini

 

 

 

OTOPLASTICA

correzione delle "orecchie a sventola"



L'inestetismo più frequente che interessa le orecchie è quello delle "orecchie a sventola", cosiddetto per la caratteristica forma che esse assumono sin dalla nascita.

L'intervento per correggerle (otoplastica) viene richiesto sia dai fanciulli che a causa del difetto si sentono spesso a disagio, sia dagli adulti, in particolare da coloro che lavorano a contatto col pubblico. Nei bimbi, l'età ideale per sottoporsi all'intervento è prima che il fanciullo vada a scuola, cioè verso i 6 anni. Non vi è alcun pericolo di interferire con lo sviluppo successivo delle orecchie poiché a questa età più dello 80% della cartilagine auricolare si è già formato.

Tecnica operatoria e anestesia
La correzione delle orecchie a sventola si ottiene grazie a una tecnica chirurgica che agisce essenzialmente sulla cartilagine auricolare che viene modellata e riavvicinata alla testa: il difetto è infatti dovuto esclusivamente alla forma e alla posizione della cartilagine.E' inoltre importante conservare il naturale solco dietro l'orecchio, in modo da ottenere delle orecchie avvicinate alla testa, ma non completamente attaccate.

L'incisione della cute è del tutto invisibile e si pratica nel solco retroauricolare (dietro al padiglione) dove viene asportata una piccola losanga di cute.

L'anestesia può essere locale, locale in sedazione, oppure generale. Quest'ultima è ovviamente più indicata per i fanciulli a causa della loro possibile irrequietezza.

Dopo l'intervento viene applicata una medicazione modellante e lievemente compressiva da tenere solo per due giorni, una seconda fasciatura, più leggera, deve essere mantenuta per altri 5-6 giorni.

Durante le due o tre settimane successive, il paziente deve indossare durante la notte una fascia ferma-capelli. Subito dopo l'intervento un indolenzimento passeggero, peraltro risolvibile con un antidolorifico, è abituale. Un certo gonfiore si riduce gradualmente in una decina di giorni.

In generale la convalescenza è breve e il paziente può essere dimesso nello stesso giorno della operazione.
Il fanciullo ritornerà a scuola dopo una settimana. L'adulto potrà riprendere le sue attività professionali dopo 3-4 giorni.
Le suture chirurgiche sono riassorbibili e non necessitano quindi di rimozione.

Risultati
I risultati sono già visibili dopo l'intervento e diventano definitivi e stabili dopo 2 o 3 settimane.
Nel complesso l'otoplastica comporta scarsi disagi per i pazienti, una convalescenza breve e porta rapidamente a un risultato visibile e duraturo.


ALTRI INTERVENTI DI CHIRURGIA ESTETICA

Domande

Altre Patologie

Trova uno Specialista

Contattiii


ALTRE PATOLOGIE DELL'ORECCHIO

Ipoacusia

Tappo di cerume

Micosi

Eczema (dermatite)

Otite esterna

Otite bolloso emorragica

Otite siero mucosa

Otite acuta

Otite cronica e Otite Colesteatomatosa

Otosclerosi

Chirurgia della sordità (cofochirurgia)

Ipoacusia improvvisa

Protesi acustiche

Impianti cocleari

Danni acustici "da rumore"

Inestetismi dell'orecchio (otoplastica)

Ipoacusie Infantili

Acufeni

 

 

 


Il sito NON utilizza cookies ma possono essere attivi cookies di terze parti (ad es: google analytcs).

Per maggiori informazioni e per la loro disattivazione clicca su questo testo

____________________