-------------------------------------------- | HOME PAGE.

     
  Patologie ed inestetismi del distretto cervico-facciale
Chirurgia otorinolaringoiatrica e chirurgia estetica
Specialisti in Otorinolaringoiatria, in Chirurgia Estetica
e in branche affini

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.  Il sito utilizza però cookie di terze parti, per la corretta funzionalità di alcuni applicativi
(es. google analitycs). Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookie dove sono specificate le modalità per configurare o disattivare i cookie. Maggiori informazioni
______________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 

IL PEELING

"Peeling" significa "esfoliazione della cute" ed è una tecnica che consente di rendere la pelle più "sana e giovane" riducendo i segni dell'invecchiamento della cute.

Per raggiungere questi scopi si usano delle sostanze chimiche (acidi) che vengono applicate sulla cute per un intervallo di tempo limitato e preciso (qualche minuto).

Le sostanze utilizzate agiscono rimuovendo strati cutanei superficiali (strato corneo) o più profondi (strati dermici) e stimolando la rigenerazione di una cute e di uno strato dermico più "sano" anche mediante una aumentata produzione di collagene (costituente fondamentale della epidermide del giovane).

La profondità di azione del peeling cambia in base alle sostanze chimiche utilizzate.

Acido glicolico: viene generalmente utilizzato dall'estetista a concentrazioni fino al 40% mentre l'uso dello stesso al 70 % è di stretta pertinenza del medico; consente la sola eliminazione degli strati cutanei più superficiali (refreshing del volto).

Acido salicilico al 30%: è una sostanza molto usata per il trattamento dell'acne e determina una pulizia del viso molto energica.

Acido tricloroacetico: si usa per eseguire peeling superficiali e medi molto efficaci e poco "aggressivi".

Fenolo: si usa per i peeling chimici più profondi per il trattamento delle rughe.

I peeling profondi e molto aggressivi sono utilizzati sempre meno e vengono sostituiti dalle tecniche di dermoabrasione laser "laser skin resurfacing".<Approfondimento>.

 

I trattamenti meno invasivi (acido glicolico a bassa concentrazione), che costituiscono un primo approccio alle tecniche di ringiovanimento cutaneo e consentono ottimi risultati conferendo al volto un aspetto più sano, fresco e giovanile, vengono eseguiti da estetiste esperte presso centri estetici che devono sempre essere dotati di ogni possibile garanzia.

l trattamenti più aggressivi e più efficaci a fronte di scarsissimi disagi per i pazienti sono invece eseguiti prevalentemente dal medico specialista in Dermatologia e dal Chirurgo Plastico.

 

Se le rughe sono molto profonde ed estese a tutto il volto e al collo il peeling non è la tecnica più adatta. Per questi casi è neccessario ricorrere a procedure chirurgiche più idonee che devono essere eseguite dal chirurgo estetico:

la "laser skin resurfacing" (trattamento laser delle rughe del volto)

la blefaroplastica (plastica delle palpebre cadenti e delle borse sotto gli occhi)

il lifting (asportazione chirurgica della cute in eccesso del volto e del collo)

Domande all'esperto

Altri inestetismi

Trova uno Specialista

Contattiii