OTORINOLARINGOIATRIA e CHIRURGIA ESTETICA DEL VOLTO E DEL COLLO

Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Terapia medica delle riniti

La terapia medica delle riniti si avvale di:

- Terapia farmacologica

- Terapia termale

 

TERAPIA MEDICA FARMACOLOGICA

L'obiettivo principale della terapia medica è di ridurre i sintomi utilizzando, quando è possibile, farmaci facilmente tollerabili. I farmaci più usati nella terapia delle riniti sono:

Sintomatici - agiscono su tutti i sintomi (congestione nasale, rinorrea, sternuti, prurito).
Hanno attività antiinfiammatoria. I farmaci più attivi sono quelli a base di acido acetilsalicilico e i FANS: acronimo di Farmaci Antiinfiammatori Non Steroidei)

Decongestionanti - si somministrano come spray o gocce nasali. Riducono sensibilmente tutti i sintomi. Possono essere molto utili, ma, come è ben noto, non devono essere utilizzati per più di 7-8 g.

Lavaggi nasali - si eseguono con prodotti (spray nasali) a base di acqua marina distillata e sterilizzata. Agiscono asportando le particelle che sono state inalate (polveri e pollini) ed asportando le secrezioni nasali anche grazie allo attività mucolitica. Coadiuvano l'attività di altri farmaci. Non hanno effetti collaterali. Si possono eseguire anche mediante idonei apparecchi che favoriscono la diffusione dei prodotti a tutto l'interno delle fosse nasali.

Aerosol terapia - si esegue localmente con farmaci somministrati con idonei strumenti. Inalazione di acque termali: - alcuni centri termali producono confezioni di acqua termale che, grazie alla ben nota attività antiinfiammatoria, mucolitica e "rivitalizzante" sulle mucose, agiscono bene soprattutto nelle riniti croniche e nelle sinusiti. Si somministrano con idonei strumenti.

Balsamici - agiscono migliorando il flusso respiratorio nasale. Sono a base di principi attivi ricavati da varie tipi di erbe e i piante

Polivitaminici - con farmaci a base di complessi vitaminici idrosolubili. Sono utili soprattutto nelle forme virali recidivanti.

Antiinfluenzali - con farmaci "antivirali". possono essere utili contro le forme rinitiche influenzali e simil influenzali causate da virus simili a quello dell'influenza (rhinovirus, adenovirus, ecc..)

Antiistaminici - si usano soprattutto nelle riniti allergiche e sono molto utili nel ridurre il prurito nasale, le crisi di starnuti e le secrezioni nasali (idrorrea). Provocano però effetti collaterali fastidiosi (sonnolenza, secchezza della bocca, ritenzione urinaria).
Negli antistaminici più recenti tali effetti sono stati tuttavia minimizzati.

Corticosteroidi ad uso topico (endonasale) - si somministrano come spray nasali e agiscono bene su tutti i sintomi. Gli effetti collaterali di tipo generale sono molto rari essendo scarsamente assorbiti. Si segnalano raramente effetti indesiderati locali endonasali (prurito e bruciore).

Cromoni - si usano nelle riniti allergiche e si somministrano come spray nasali ed agiscono in via preventiva bloccando la reazione di contatto allergene/reagina (anticorpo delle reazioni allergiche). Vanno pertanto utilizzati prima dell'inalazione delle sostanze allergizzanti. Effetti collaterali: molto raramente, bruciori e irritazione locali.

Corticosteroidi sistemici - si somministrano per via orale o parenterale (iniezioni intramuscolari o endovenose). Agiscono in modo estremamente efficace e completo su ogni sintomo, ma presentano, come è ben noto, molti effetti collaterali e controindicazioni. Si possono pertanto utilizzare solo per brevi periodi (non più di 15/20 giorni di terapia). Gli effetti collaterali più importanti sono: ipertensione, bruciori e dolori allo stomaco (pirosi, gastralgie), stato di agitazione, disturbi psicotici (stato ansioso, fobie), aumento della glicemia, riduzione delle difese immunitarie, demineralizzazione ossea (osteoporosi). Le controindicazioni sono: gastrite, ulcera, diabete, ipertensione, glaucoma, osteoporosi, ipertrofia della prostata.


Patologie professionali delle corde vocali

 (Pubblicità)      TRAILER INTERVISTA SKY >        INTERVISTA SKY INTEGRALE >       SITO WEB >


 

TERAPIA TERMALE DELLA RINITE

La terapia termale con acque sulfuree è molto utile in tutti i tipi di rinite, in particolare nelle forme recidivanti, croniche o nelle sinusiti, per le note capacità antiinfiammatorie, mucolitiche e rivitalizzanti sulle cellule delle mucose.
Si eseguono terapie locali con aerosol sonici, irrigazioni, inalazioni e humages presso i centri termali. 
Alcuni centri producono confezioni di acqua termale che può essere somministarta a domicilio del paziente mediante idonei strumenti.

 

 IL MEDICO RISPONDE                                   CONTATTI                                   HOME PAGE 


 

 Russamento e apnee del sonno - gli esami diagnostici più recenti - la nuova chirurgia - www.russamentoeapnee.com 


 

Continua > TERAPIA DELLE RINITI ALLERGICHE - Immunoterapia specifica

Continua > TERAPIA DELLE RINITI ALLERGICHE - consigli per i pazienti

Continua > TERAPIA CHIRURGICA DELLE RINITI - IPERTROFIA DEI TURBINATI


 

< Torna a: CLASSIFICAZIONE DELLE RINITI 

< Torna a: DIAGNOSI DELLE RINITI