OTORINOLARINGOIATRIA e CHIRURGIA ESTETICA DEL VOLTO E DEL COLLO

Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

TUMORI DELLA TIROIDE

TUMORI BENIGNI

I tumori benigni della tiroide sono rappresentati quasi esclusivamente dagli adenomi. Queste neoplasie, quando producono ormoni in eccesso, possono causare una sindrome ipertiroidea (Morbo di Plummer).

 

TUMORI MALIGNI

I tumori maligni della tiroide sono rappresentati quasi esclusivamente dai carcinomi.

 

La diagnosi si formula:

  • con la palpazione dell'organo che evidenzia un nodo di consistenza dura e aderente ai piani profondi
  • con la ecotomografia con tecnica color doppler che evidenzia un nodo solido, a contorni sfumati con "anomala distribuzione dei colori"
  • con la scintigrafia che evidenzia il più delle volte una zona di ghiandola non funzionante (nodo freddo)
  • con la agobiopsia ecoguidata per esame citologico che evidenzia la presenza di cellule tumorali.

La terapia è chirurgica e consiste in interventi di asportazione parziale o totale della ghiandola seguiti dalla opportuna terapia medica (Tiroidectomia parziale o totale). Nelle operazioni sulla tiroide è molto importante, quando possibile, isolare e conservare il nervo ricorrente che comanda la motilità delle corde vocali. Una lesione del nervo comporta inevtabilmente una paralisi laringea a carico delle corde vocali. Per questo motivo è fondamentale indagare prima e dopo le operazioni la motilità delle corde vocali mediante visita otorinolaringoiatrica completata da video fibrolaringoscopia.

Altra importante cautela da osservare nelle operazioni è il riconoscimento e la conservazioni delle ghiandole paratiroidi che sono situate nelle regione tiroidea e che sono deputate alla produzione del paratormone che regola il metabolismo del calcio. Un danno chirurgico delle paratiroidi se non riconosciuto e trattato può creare problemi anche gravi come le crisi tetaniche da ipocalcemia.

Dopo la chirurgia sarà molto importante l'intervento dell'endocrinologo per compensare eventuali squilibri ormonali e dell'oncologo per programmare una eventuale chemioterapia e radioterapia.

La prognosi è decisamente migliore per le neoplasie costituite da cellule in parte funzionanti che captano preparati iodati a cui possono essere abbinati farmaci chemioterapici.

 

 IL MEDICO RISPONDE                                   CONTATTI                                   HOME PAGE 


 

ALTRE PATOLOGIE DELLA TIROIDE:

 

Ipertiroidismo: Morbo di Basedow, Morbo di Plummer

Ipotiroidismo: Ipotiroidismo dell'adulto (mixedema); Cretinismo

Gozzo - Struma plurinodulare

Tiroiditi Infettive e autoimmuni